Overblog Suivre ce blog
Editer la page Administration Créer mon blog
spaziorealedottciancimino.over-blog.com

M5-MISCELANEA 3/CONTINUAZIONE (C)

Rédigé par Dott.GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI

11 APRILE 2011,REFERENDUM DI GIUGNIO:IO E LA MIA FAMIGLIA NON VOTIAMO ALL'ESTERO

-ANNUNCIO SU "LA REPUBBLICA":

IL CASO:Referendum, per il voto all'estero
la prima scadenza è il 14 aprile Sono quattro milioni i connazionali che vivono fuori dal nostro Paese. Per dire la loro su acqua pubblica, nucleare e legittimo impedimento possono votare per corrispondenza. Chi vuole votare in Italia deve comunicarlo all'ambasciata entro tre giorni di PASQUALE NOTARGIACOMO

ROMA  -  Acqua pubblica, ritorno al nucleare e legittimo impedimento. L'appuntamento referendario, che mobiliterà il corpo elettorale il 12 e il 13 giugno, riguarderà anche i più di 4 milioni di connazionali che non vivono nel nostro paese (4.115.235 alla data del 31 dicembre 2010). Il riferimento normativo in questo caso è la legge 459/2001, che riconosce il diritto di voto in materia di referendum abrogativo anche a chi risiede fuori dall'Italia, purché regolarmente iscritto nelle liste elettorali della circoscrizione Estero. Anche su di loro, svanita definitivamente la possibilità di un election day unificato, si sta concentrando la campagna informativa dei comitati referendari per raggiungere l'obiettivo quorum (50%+1).

Le scadenze. Il cammino verso il voto degli italiani all'estero inizia infatti con buon anticipo rispetto ai connazionali in patria. Le modalità sono due: il voto per corrispondenza o l'opzione per il voto in Italia. La prima scadenza è fissata tra pochi giorni, precisamente il 14 aprile. La legge 459 stabilisce infatti che l'elettore può esercitare l'opzione per il voto in Italia entro il decimo giorno successivo alla indizione delle votazioni. In questo caso i decreti con i quali il presidente della Repubblica ha indetto le consultazioni referendarie sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 4 aprile. Ecco perché chi volesse votare nel nostro Paese, presso la Circoscrizione del territorio nazionale in cui è iscritto,dovrebbe comunicarlo entro il 14 alla rappresentanza diplomatico  -  consolare di residenza per gli aggiornamenti dei registri elettorali.

Le rassicurazioni dell'Aire. Un termine che però, fanno sapere dall'Aire (l'Anagrafe per gli italiani residenti all'estero), non pregiudica assolutamente la possibilità di votare: "Chi non volesse esercitare l'opzione per votare in Italia, riceverà normalmente il materiale necessario per il voto per corrispondenza" è la spiegazione dei funzionari del servizio elettorale. Anche i cittadini italiani temporaneamente all'estero come militari o appartenenti a forze di polizia in missione internazionale, come dipendenti di amministrazioni pubbliche per motivi di servizio oppure come professori universitari ed i loro familiari conviventi potranno esprimere il voto per corrispondenza (come succede dal 2006), facendone richiesta entro l'8 maggio.

Situazione diversa per chi si trovi temporaneamente all'estero e non appartenga alle tre categorie sopraindicate. In tal caso si può votare per i referendum solamente in Italia nel proprio Comune. I plichi elettorali per le operazioni di voto dovranno essere recapitati agli elettori entro il termine massimo del 29 maggio. Concluse le operazioni, le schede votate dagli italiani residenti all'estero, pervenute ai Consolati entro il 9 giugno 2011 saranno trasmesse in Italia. Dello scrutinio si occuperà l'Ufficio Centrale per la Circoscrizione Estero istituito presso la Corte di Appello di Roma. (11 aprile 2011) © Riproduzione riservata-TESTIMONIO GFRAFICO.

-NE IO NE LA MIA FAMIGLIA VOTIAMO ALL'ESTERO:PER QUESTIONI DI PRINCIPIO DA QUANDO E' STATO INDETTO IL VOTO ALL'ESTERO,QUESTA E' SEMPRE STATA LA MIA POSIZIONE E ANCHE QUELLA DELLA MIA FAMIGLIA(DI MIA MADRE OGGI E ANCHE MIO PADRE QUANDO ERA IN VITA).

NOI NON FACCIAMO POLITICA NE VOTIAMO ALL'ESTERO.NE L'ABBIAMO FATTO MAI.

-VOGLIO INOLTRE DENUNCIARE L'ATTITUDINE DELL'AUTORITA DIPLOMATICI(CONSOLATO E AMBASCIATA)ITALIANE IN URUGUAY:A TRE GIORNI DELLA SCADENZA DELLA DATA PER ESPRIMERE LA NOSTRA SCELTA DI VOTARE IN ITALIA ANCORA NON CI HA FATTO PERVENIRE NESSUNA NOTIZIA AL RIGUARDO.NE MENO SAPPIAMO CHE A GIUGNIO CI SAREBBE STATO QUESTO REFERENDUM,E LA STAMPA ITALIANA TRA L'ALTRO NON NE PARALA NE MENO.E SCANDALOSA QUESTA MANIPOLAZIONE CHE SI FA DELL'ITALIANO CHE VOLENTE O NOLENTE RISIEDE REGOLARMENTE ALL'ESTERO:OGGI ORMAI E' MATERIALMENTE IMPOSSIBILE CHE TUTTI POSSANO FARE ARRIVARE LA SUA OPZIONE AL CONSOLATO.E SONO POCHI QUELLI CHE COME ME SONO CONNETATI VIA INTERNET O INFORMATI DI CIO CHE SUCCEDE IN ITALIA.

VOGLIO COMUNQUE ESPRIMERMI SUI TRE QUESITI REFERENDARI:

-AQUA PUBBLICA:NON SONO INFORMATO.

-IL NUCLEARE:COME MAI QUELLI STESSI POLITICI CHE SI SONO OPPOSTO ACCANITAMENTE AL NUCLEARE IN PASSATO OGGI LO PROMUOVONO,PIU CHE NESSUN ALTRO PAESE?

IO SONO DECISAMENTE FAVOREVOLE AL NUCLEARE MA IN ITALIA E' MATERIA DI SPECULAZIONI DI POLITICI POLITICANTI ,O CON SCOPI FUORVIANTI,E QUINDI IN QUESTA OCCASIONE SONO ASSOLUTAMENTE CONTRARIO AL NUCLEARE.IN QUESTE CONDIZIONI QUESTO CETO POLITICO AL POTERE NON HA CREDENZIALI MORALI PER GESTIRLO E SAREBBE MEGLIO RIMANDARLO A TEMPI MIGLIORI.

D'ALTRONDE ANCHE SE L'ESPERIENZA FRANCESE CHE SENZA MAGGIORE PROBLEMI SI FORNISCE DI ENERGIA NUCLEARE LIMITANDO AL MINIMO LA DIPENDENZA COSI CONFLITTUALE DEL PETROLEO ACCONSIGLIA IL SUO USO,L'ESSEMPIO GIAPPONESE DOVREBBE CONSIGLIARE UN PIENSERINO IN PIU E COME LA GERMANIA FARE UNA PAUSA IN ATTESA DELL'ESSITO E LE MODALITA TECNOLOGICHE PER LA SOLUZIONE DI QUESTO NUOVO CONTROTEMPO NON PREVISTO NELL'USO DI QUESTA FONTE,PULITA,A BUON MERCATO,E MOLTO CONVENIENTE PER L'INDIPENDENZA ENERGETICA.

-LEGGITIMO IMPEDIMENTO:TANTO HO DETTO GIA SU QUESTO.NESSUN DUBBIO CHE SI DEVE ABOLIRE QUESTA LEGGE AD PERSONAM,INCOSTITUZIONALE COME LO HA DICHIARATO LA CONSULTA.E ANCORA DI PIU SI DEVE VOTARE CONTRO DOPO "L'ACCORDO" FRA BERLUISCONI E I GIUDICI.SI DEVE RIAFFERMARE SENZA IL PIU MINIMO DUBBIO LA SEPARAZIONE DI POTERI E L'INDEPENDENZA DELLA GIUSTIZZIA.IN NOME AL SACRO E INNEGOZIABILE PRINCIPIO DELL'UGUAGLIANZA DI TUTTI DAVANTI ALLA LEGGE,FONDAMENTO DELLA CONVIVENZA CIVILE PACIFICA,NON TOCCA ALL'IMPUTATO DECIDERE,E TANTO MENO ACCORDARE POLITICAMENTE,LA GESTIONE DELLA GIUSTIZIA.NE ANCHE AL PRIMO MINISTRO.

VORREI FINIRE ACCENNADO SU QUESTO VOTO ALL'ESTERO:C'E' CHI VUOLE ABOLIRE IL VOTO PER CORRISPONDENZA,C'E' CHI COME LA LEGA PRETENDE FARE VOTARE GLI ITALIANI ALL'ESTERO MA ELEGGERE SOLO QUELLI CHE RISIEDONO IN PATRIA E COSI SERVIRSENE E STRUMENTALIZZARE LA "DIASPORA" CHE NON LO DIMENTICHIAMO DANNO SOSTEGNO ALLA POLITICA ESTERA DEL GOVERNO E CONTRIBUISCONO ALLA RICHEZZA NATERIALE E MORALE DELL'ITALIA FORSE MEGLIO DI QUELLI CHE ABBITANO NEL NOSTRO SUOLO.IO DICO CHE IL VERO SCANDALO NON E' CHE GLI ITALIANI VOTINO ALL'ESTERO IN QUESTO O L'ALTRO MODO,LO SCANDALO E' CHE GLI ITALIANI RISIEDANO COME IMMIGRATI REGOLARI ALL'ESTERO.UN PAESE INTEGRANTE DEL G20 E IN UN TEMPO SETTIMA POTENZA ECONOMICA MONDIALE NON DOVREBBE PERMETTERE CHE CI SIANO ITALIANO IMMIGRATI,RESIDENDO REGOLARMENTE ALL'ESTERO,E TANTO MENO IN CONDIZIONE DI DISAGGIO ECONOMICO O SOCIALE.E QUESTA E' LA NEFASTA CONSEGUENZA DELL'ERA BERLUSCONI-BOSSI-PRODI AL GOVERNO CHE HA AVUTO CONTINUISMO PER OLTRE 20 ANNI.UNA SCANDALOSA POLITICA DI ESCLUSIONE ED EPULSIONE DEL CONNAZIONALE DA QUI ORMAI QUESTI TRE SONO VETERANI.NON SI DEVE RIFORMARE IL VOTO ESTERO DELL'IMMIGRANTE REGOLARE,LO SI DEVE ABOLIRE E FARE RITORNARE IN PATRIA TUTTI GLI IMMIGRANTI REGOLARI.VI IMMAGINATI USA,FRANCIA,INGLITERRA,CON DEI CONNAZIONALI INDIGENTI SOTTOMESI ALL'ESTERO?E COSA STIAMO A FARE AL G8 ALLORA?PER QUESTO,PERCHE LE AUTORITA DIPLOMATICI ALL'ESTERO NON TUTELANO I DIRITTI DEI SUOI CONNAZIONALI,ANZI GLI STRUMENTALIZZANO,PERCHE NON SONO ADEGUATAMENTE INFORMATI DI CIO CHE SUCCEDE IN PATRIA,E PERCHE VOTARE ALL'ESTERO SIGNIFICA INTROMISIONE NEGLI AFFARI INTERNI DI PAESI TERZI,E QUANFO QUESTO VIENE PERMESSO TRAMITE ACCORDI QUESTI SONO COSI IMPEGANTIVI CHE POI L'IMMIGRATO RESTA DIPENDENTE E/O OSTAGGIO,(1)CREDO CHE NON SI DEVA VOTARE ALL'ESTERO.QUESTA E' STATA LA POSIZIONE PRINCIPISTA DALLA MIA FAMIGLIA DA QUANDO E' STATO ISTITUITO QUESTO MALADATO VOTO ESTERO.E ANCHE ADESSO.PERO NON SONO RIMASTO SOLO IN QUESTA PREDICA:I MIEI CONNAZIONALI RESIDENTI REGOLARI ALL'ESTERO MI HANNO DATO RAGIONE E IN TUTTI LE VOTAZIONI FINI ADESSO FATTE,IL VOTO ASSOLUTAMENTE MAGGIORITARIO,SCHIACCIANTEMENTE MAGGIORITARIO DIREI,E' STATO QUELLO DEL "PARTITO DEL NON VOTO".GLI ITALIANI QUALUNCHE SIA LA MODALITA BUROCRATICA DI VOTO HANNO SCELTO NON VOTARE E NON SONO ANDATE A METTERE IL VOTO.SOLO IN POCHE,MOLTO POCHE.MA CREDETI CHE QUESTI ITALIANI DELLA DIASPORA SONO GLI UNICI?NO,GLI ITALIANI IN PATRIA SI SONO SOLIDARIZZATI E IL VOTO ASSOLUTAMENTE MAGGIORITARIO ANCHE IN ITALIA E' STATO QUELLO DEL "PARTITO DEL NON VOTO".SIAMO TUTTI DELLA STESSA OPINIONE:IL VOTO A QUESTO CETO POLITICO NON DA SOLUZIONE SODISFACENTE NE AI NOSTRI PROBLEMI PERSONALI NE A QUELLI DELL'ITALIA.QUESTO DOVREBBE FARLI RIFLETTERE PRIMO CHE IL POPOLO SI STANCHI.VIA BERLUSCONI E COMPAGNIA BELLA. 

(1)SI VEDA L'ESSEMPIO DEL PAESE DOVE RISIEDO ADESSO,L'URUGUAY:IL NOSTRO OSPEDALE STATALE ITALIANO E' STATO MESSO IN MANO ALLE AUTORITA DI UN PAESE ESTERO,DELL'RUGUAY.SONO LE AUTORITA INTERVENTORI DELL'OSPEDALE,URUGUAYANI DIPENDENTI DIRETTI DEL GOVERNO DI GUERRIGLIERI URUGUAYANO QUELLI CHE GESTISCONO L'OSPEDALE DI TUTTI NOI ITALIANI.PEGGIO DEL CASO DELLA LIBIA DOVE LA DIFESA DELLE NOSTRE RISORSE ARMATE,NAVI E PERSONALE MILITARE, ERANO MESSI IN MANO DI KADAFY,SOTTO LE SUE ORDINI DIRETTE E IL SUO PERSONALE NELLA "CONTENZIONE" DELL'IMMIGRAZIONE ILLEGALE.VERGOGNA,E VERGOGNA QUELLO CHE ACCADE IN URUGUAY.SPERIAMO SOLO NON FINISCA ALLO STESSO MODO.(MA IN PRINCIPIO,IL GOVERNO URUGUAYANO HA PROIBITO L'INGRESSO DELLE NAVE DI GUERRA BRITTANICHE NELLE AQUE TERRITORIALI DEL PAESE.NON SI HA SPECIFICATO IL MOTIVO PERO...."NON SI SA MAI".L'ITALIA NON E L'INGLITERRA PERO C'E' TENSIONE INTERNAZIONALE CONTRO UN PAESE NATO,E IO MI AUGURO CHE NON FINISCA ALLO STESSO MODO DELLA LIBIA(O LE FAUKLAND PRIMA) PERO RISULTA CHIARO CHE QUESTA RINUNCIA DI SOVRANITA NAZIONALE NON DEVE ESSERE PERMESSA,DEVE FINIRE GIA.E PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI(.COME NEL CASO DELLA LIBIA E LAMPEDUSA TUTTA LA REGIONE E' IN RIVOLTA,QUINDI BERLUSCONI VENGA,E PUO ANCHE COMPERARE CASA ALLE FAULKLAND:O NON VUOLE ESSERE PARTE DELLA SOLUZIONE DEL PROBLEMA?)

20 MAGGIO 2011(ORA 2:23 AM)ATTUALIZAZIONE:CAUSA LEGALE FABRICATA AD ARTE

QUESTA E' L'ULTIMA NOVITA:COME UN RAZZO IN CIELO SERENO MI ARRIVA QUESTA CITAZIONE PENALE CHE VEDETE SOTTO:DOVREI COMPARIRE LUNEDI PROSSIMO 23 MAGGIO 2011,ORA 14:00 NEL "JUZGADO DI 12 TURNO" INDIRIZZATO A "BARTOLOME MITRE 1275 PISO 2do",PER QUANTO  VERSA SUL DOCUMENTO DI CITAZIONE "EXHORTO 5" FIRMATO DALL'ATTUARIA DRA.DANIELA DIAZ BRISCON, FUNZIONARIA "ACTUARIA ADJUNTA".

NON HO LA PIU MINIMA IDEA DI CHE TRATTA QUESTO,TRANNE CHE,COME VIENE SPECIFICATO NELLA CITAZIONE LA CUI FOTOCOPIA POTRETE VEDERE SOTTO,E' UNA DENUNCIA "PROVENIENTE DEL EXTRANJERO",CIO'E' PROVENIENTE DALL'ESTERO. 

IO NON ESCO DAL PAESE DA OLTRE 10 ANNI,NE DI CASA MIA DA OLTRE 6 ANNI PER CAUSA DELLA MIA ERNIA INGUINALE CHE MI COSTRINGE A RESTARE "OSTAGGIO" DI QUALCHE GABINETO IGIENICO VICINO, QUINDI NESSUNA CAUSA LEGALE,E TANTO MENO PENALE DOVREBBE VENIRMI DALL'ESTERO TRANNE CHE QUALCOSA LEGATA ALLE CAUSE LEGALI CONTRO LA DOTTORESSA NICOLETTA ZAPPA O CARMEN LUOISE NATHALIE PICCOLO.VEDE DI SEGUITO FOTOCOPIA DELLA CITAZIONE.

23 MAGGIO 2011:ATTENZIONE,ATTUALIZAZZIONE LEGALE

INFORMO AGLI INTERESSATI CHE LA DOCTORA MARTA GAZZANO BERARDI PER LE SUE RIPETUTE CADUTE IN PROBLEMI DI SALUTE CHE LA HANNO TENUTO ANCHE NEL CTI(CENTRO DI ASSISTENZA INTENSIVA)A CAUSA DI UN INCIDENTE STRADALE SI TROVA IMPEDITA DI ASSISTIRMI LEGALMENTE.QUINDI LA DOCTORA MARTA GAZZANO BERARDI NON E' PIU LA MIA RAPRESENTATE LEGALE.NE LEI NE NESSUNO DEL SUO STAFF, INTORNO  O CONOSCENZA.E NON HO NOMINATO ANCORA NESSUN ALTRO RAPRESENTANTE LEGALE PER CUI MI TROVO SENZA AVVOCATO.VI INFORMERO QUANDO QUESTO SUCCEDA,MA TUTTE LE SEGNALAZIONE DI QUALSIASI LEGALE IN RAPRESENTANZA MIA E' FALSA.AL RIGUARDO DEVO DIRE CHE LA CITAZIONE CHE VEDETE SOPRA NON E' UNA DENUNCIA IN CONTRO MIO MA UN "ESSORTO" A PRESENTARMI PER INFORMARMI DI QUALCHE AFFARE ANCORA FUORI DELLA MIA CONOSCENZA) 

23 MAGGIO 2011:ATTUALIZAZIONE DI QUESTA RICHIESTA GIUDIZIARIA

NON MI E' STATO POSSIBILE FARMI PRESENTE NELLA SEDE GIUDIZIARIA MENZIONATA SOPRA,ALLA ORA DUE DEL POMERIGGIO(2:00 PM).QUINDI PER PRESCRIZZIONE MEDICA E CON L'ASSESORAMMENTO LEGALE CORRISPONDENTE SONO RIMASTO A CASA MIA.VEDI DI SEGUITO I CERTIFICATI MEDICI:

-NEL CERTIFICATO DI SOPRA C'E' IL TRATTAMENTO CON L'INDICAZIONE DI DIETA E RIPOSO.IN QUELLO DI SOTTO IL "PASE A CIRUJANO",CIO'E' "PASSI AL CHIRURGO".

ENTRAMBE CERTIFICATI SONO STATE FATTE ALLO STESSO OSPEDALE:SI TRATTA DEL SAINTI BOIS.OSPEDALE GENERALE STATALE CORRISPONDENTE ALLA ZONA DOVE ABBITO,CIO'E' AL NORD DI MONTEVIDEO.

26 MAGGIO 2011,ATUALIZZZIONE:PER MOTIVI DI SALUTE MEDICAMENTE GIUSTIFICATI NE IO NE MIA MADRE CI SIAMO PRESENTATI.INOLTRE QUESTA INIZIATIVA SAREBBE PER DIFFERENZE CON MIA MADRE CHE NON ABBIAMO.RITENIAMO CHE FRA DI NOI NON CI SONO PROBLEMMI DA RISOLVERE.

26 MAGGIO 2011:ATTUALIZAZZIONE
IL MARTEDI 24 MAGGIO 2011,IN UNO SFORZO CHE HA AFETTATO LA MIA DOLENZA MI SONO PRESENTATO NEL JUZGADO 12 PER L'ALTRA CITAZIONE GIUDIZIARIA:IN EFETTI SI TRATTAVA DELLE PROCEDURE DELLA ZAPPA.DI SEGUITO VI FACCIO VEDERE FOTOCOPIA DEL DOCUMENTO DA QUI MI SONO NOTIFICATO.AL RIGUARDO,E A CONTO DI PIU VOGLIO INFORMARVI:
DOPO DUE TENTATIVE DI NOTIFICARMI IN MODO CHE NON E' CORRETTO TRAMITE LA POSTA URUGUAYANA LA FISCALIA DEL TRIBUNALE DI PADOVA HA INVIATO LA CITAZIONE ALL'AMBASCIATA ITALIANA IN MONTEVIDEO URUGUAY,CHE POI HA CHIESTO ALLA "SUPREMA CORTE DE JUSTICIA",URUGUAYANA DI NOTIFICARMI TRAMITE "ESSORTO".AL RIGUARDO POCO POSSO DIRVI PERCHE E' IN MANO AI MIEI AVVOCATI:

25 GIUGNIO 2011,ATTUALIZAZZIONE:BUONE NOTIZIE
I MIEI AVVOCATI HANNO FINITO L'ANALISI DEL DOCUMENTO INVIATO DALLA GIUSTIZIA DI PADOVA-ITALIA CONSEGNATOMI  TRAMITE LA GIUSTIZIA URUGUAYANA,E DELLA SITUAZIONE LEGALE IN GENERE INFORMANDOMI IL DR. FERNANDEZ,PROFESSORE CATEDRATICO GRADO 4 DELLA FACOLTA DI AVVOCAZIA DELL'UNIVERSITA DELLA REPUBBLICA DEL URUGUAY CHE LA PROCEDURA E' FINITA NON ESSISTENDO I FATTI E INTENZIONI PRESUNTAMENTE DELITTUALI DA CUI MI ACCUSAVA LA DOTTORESSA NICOLETTA ZAPPA.PER TANTO QUESTA DENUNCIA RESTA FINITA E OGNI TRACCIA DELLA DOTTORESSA ZAPPA E CARMEN NATHALIE LOUISE PICCOLO IN QUESTE MIE PUBBLICAZIONI VERRA CANCELLATA(ANCHE IL DOCUMENTO ARRIVATOMI E QUESTO SCRITTO DOPO DI UN TEMPO PRUDENZIALE). NATURALMENTE SE DOVESSERO ESSERCI FATTI NUOVI VI VERRA INFORMATO.

TANTE GRAZIE A TUTTI VOI LETTORI CHE SIETE STATI TESTIMONI DI QUANTO HA SUCESSO,E PERMETTETEMI DIRVI CHE SI TRATTA DEL TRIONFO DELLA VERITA E LA GIUSTIZIA,PARTICOLARMENTE QUELLA  DEL MIO PAESE,SU QUI SONO SEMPRE STATO FIDUCIOSO SENZA IL MINIMO DUBBIO.(NON DEVO NE MENO DIRLO PERCHE QUESTE PAGINE DANNO FEDE SU QUESTA ATTITUDINE).ED E' ANCHE UN VOSTRO TRIONFO

Partager cette page

Repost 0